1

Atto Costitutivo e Statuto

COPIA TESTI

ATTO COSTITUTIVO del Comitato “VIA LE MANI DALL’INOPTATO “

Tra i sottoscritti Carmela STURMANN ,nata a Castellammare di Stabia il 2 febbraio 1947, cod Fisc. STR CML 47B48 C129E residente in Livorno, Via Piave 5 in nome di ArciAtea APS  Rete per la laicità, con sede in Milano, Via Porpora 45 e Raffaello MORELLI nato a Pisa il 15 luglio 1940 residente in Livorno, Via della Posta 34. Cod. Fisc. MRL RFL 40L15 G702F, in nome di Campagne Liberali, con sede in Roma Piazza S.Salvatore in Lauro 13 , è costituito il Comitato “VIA LE MANI DALL’INOPTATO” il cui scopo e funzionamento sono indicati di seguito nel presente atto.

Art. 1 – Costituzione e denominazione – Oggi, in data 31 marzo 2021, è costituito, ai sensi del Libro Primo del Codice Civile, il Comitato ” VIA LE MANI DALL’INOPTATO” di cui sono soci i sottoscritti.

Art 2 – Sede – Il comitato ha sede in Livorno, Via Piave 5.

Art. 3 – Oggetto – Io Comitato “VIA LE MANI DALL’INOPTATO” ha per scopo promuovere ogni attività ed iniziativa consentita dalle norme vigenti al fine di eliminare l’intero ultimo periodo dell’art. 47 comma 3 della legge 222/1985 che recita :“In caso di scelte non espresse da parte dei contribuenti, la destinazione si stabilisce in proporzione alle scelte espresse”

Art. 4 – Statuto – I sottoscritti approvano e dichiarano di accettare lo Statuto del Comitato che viene allegato al presente atto, siglato in ogni pagina., quale parte integrante e sostanziale, così come è firmato il presente Atto Costitutivo.
Art. 5 Patrimonio e Durata – I sottoscritti si obbligano a versare cinquanta euro cadauno onde costituire il fondo operativo iniziale del Comitato VIA LE MANI DALL’INOPTATO. Il medesimo obbligo dovrà essere in seguito assunto dai gruppi che in seguito divengano Promotori. Il Comitato ha la durata prevista dallo Statuto
Art. 6 Facoltà dei Costituenti – I sottoscritti costituenti, fino al 30 aprile 2021 hanno la facoltà di allargare il novero dei promotori del Comitato ” VIA LE MANI DALL’INOPTATO”, a gruppi, Associazioni , movimenti, cittadini che ne condividano l’oggetto sociale, inserendone il nome sul sito del Comitato; analoga facoltà hanno per i portavoce.
Art. 7 – Portavoce dell’Associazione – I Portavoce del Comitato, nel rispetto dell’art.9 dello Statuto, sono: i signori Antonetti Mauro (n Roma , 2/9/47), Bancale Paolo (rivista NON credo), Bolli Mario (Marciano,PG, 21/5/1955)), Colantuoni Antonio (n. Montesarchio, 25/4/1947), Corsetti Carla (n. Roma 25/9/62), Croci Edoardo (n. Milano 15/11/61), Ercolessi Giulio (n. Trieste 1953), Grippa Giacomo (n. Massafra TA 26/5/42, Lussana Vittorio (direttore Laici.it), Marzo Enzo (n. Roma 13/3/44), Mastrorillo Riccardo (n. Roma 26/3/69), Morelli Raffaello, Paganini Pietro (n. Legnano 2/3/75), Pintauro Michael (n. Milano 30/1/91), Pocar Valerio (res. Milano, V.Fratelli Bronzetti 25), Primiceri Francesco (n. Casarano 1/3/53), Sartori Mirella (n. Roma 4/12/41)), Sturmann Carmela, Verrati Ciro (n.Venezia 3/7/60), i quali dovranno, all’inizio della prima riunione, dichiarare di accettare questo ruolo cui vengon indicati ed inoltre di non trovarsi in nessuna delle cause di incompatibilità.

Art. 8 – Deleghe – I due costituenti Carmela Sturmann e Raffaello Morelli vengono delegati ad effettuare congiuntamente o meno entro i termini di legge tutti gli atti giuridici utili a registrarne la costituzione e all’avvio del funzionamento del Comitato ” VIA LE MANI DALL’INOPTATO”, provvedendo ciascuno a siglare ogni pagina dei documenti all’uopo necessari rientranti nella sua competenza. Pertanto i signori Sturmann e/o Morelli provvederanno ad acquisire il codice fiscale, ad aprire un cc bancario, ad acquisire i domini internet denominati vialemanidallinoptato.it e vialemanidallinoptato.org o analoghi con le relative caselle email; i due signori provvederanno ad ogni altro adempimento che riterranno necessario per completare l’avvio del Comitato ; e provvederanno ad incaricare uno o più esperti digitali di curare la costruzione del sito del Comitato nonché un sito Facebook e di appositi hastag twitter ed Instagram ed attivare anche un sistema whatsapp.

Letto, confermato e firmato dai costituenti il Comitato VIA LE MANI DALL’INOPTATO

Carmela Sturmann n.n. Raffaello Morelli n.n.

I Soci Promotori Costituenti il Comitato VIA LE MANI DALL’INOPTATO, e cioè ArciAtea APS  Rete per la laicità, nella persona di Carmela Sturmann e Campagne Liberali nella persona di Raffaello Morelli, dichiarano che i Soci Promotori del Comitato VIA LE MANI DALL’INOPTATO sono allargati a Antonetti Mauro, Critica Liberale, ItaliaLaica.it, Laici.it , LaiciItalia, Montesarchio Lib, MovLib, Non Credo rivista, Pintauro Michael, Pocar Valerio, Primiceri Francesco, ai quali tutti si applicano le previsioni dello Statuto del Comitato VIA LE MANI DALL’INOPTATO.

Carmela Sturmann n.n. Raffaello Morelli n.n.

STATUTO

Art.1 E’ costituito il Comitato denominato “VIA LE MANI DALL’INOPTATO”, regolato dagli articoli 39 e seguenti del Codice Civile, oltre che dal presente Statuto.

Art.2 Il Comitato “VIA LE MANI DALL’INOPTATO” ha per scopo promuovere ogni attività ed iniziativa consentita dalle norme vigenti al fine di eliminare l’intero ultimo periodo dell’art. 47 comma 3 della legge 222/1985 che recita :“In caso di scelte non espresse da parte dei contribuenti, la destinazione si stabilisce in proporzione alle scelte espresse”

Il Comitato VIA LE MANI DALL’INOPTATO svolgerà campagne a sostegno del proprio scopo negli ambiti e spazi radiotelevisivi pubblici e privati, sulla stampa, nei dibattiti, con manifesti, mediante pubblicazioni.

Il Comitato VIA LE MANI DALL’INOPTATO potrà svolgere quelle attività di natura commerciale, mobiliare, immobiliare e finanziaria che si rendessero utili per la raccolta di risorse da impiegare nel conseguimento del suo scopo sociale.

Art.3 Il Comitato VIA LE MANI DALL’INOPTATO ha sede in Livorno, Via Piave 5, è titolare dei nomi a dominio vialemanidallinotato.it e vialemanidallinotato.org , assume come indirizzo email e come sito web i nomi corrispondenti a quei domini od altro che sarà deciso dai delegati nell’atto costitutivo, sito in cui sono pubblicati, oltre ai nomi dei soci Promotori aggiornati. precisi dati esplicativi dello scopo del Comitato e della storia della noma sulla distribuzione dell’inoptato. Agli effetti della partecipazione al Comitato, i soci Promotori si intendono domiciliati presso il Comitato medesimo. Il Comitato potrà inoltre istituire sedi secondarie e succursali, e potrà svolgere tutte quelle attività ritenute utili al raggiungimento dello scopo sociale. L’Assemblea dei Promotori del Comitato si riunirà secondo le necessità, su convocazione dei portavoce che ne precisa luogo e modalità, tramite avviso via mail o via messaggio digitale contenente l’ordine del giorno ed inviato almeno ventiquattro ore prima della convocazione. Tutti i suoi organi potranno riunirsi anche da remoto mediante l’uso di piattaforme o predisposte in proprio o noleggiate appositamente.

Art.4 Tutti i soci di VIA LE MANI DALL’INOPTATO sono tenuti al rispetto dei principi e delle norme contenuti nel presente statuto.

Art.5 Il patrimonio del Comitato è costituito da qualunque genere di donazione o oblazione da privati o enti avente ad oggetto denaro, diritti su beni mobili, titoli di credito, diritti di credito al pagamento di somme di denaro o consegna di cose mobili, criptovalute. Ciascun soggetto che aderisca al presente Comitato si impegna a corrispondere un importo di €50,00 entro sette giorni dalla ammissione, i quali andranno interamente a costituire il patrimonio sociale. Il patrimonio è, altresì, costituito dalle entrate derivanti da attività economiche eventualmente realizzate in conformità alle finalità istituzionali del Comitato.

Art.6 L’Assemblea dei Promotori è l’organo di indirizzo di VIA LE MANI DALL’INOPTATO, redige ai fini dello scopo il Manifesto di riferimento generale apportandovi in seguito anche le riformulazioni ritenute opportune, nomina, tra rappresentanti dei Soci Promotori del Comitato, i Portavoce fissandone il numero dei componenti e la durata, nomina il Collegio dei Revisori, delibera sulle cooptazioni di altri Soci , approva il bilancio annuale e i rendiconti finanziari, emana regolamenti inerenti lo svolgimento della vita interna e delle attività esterne, ha la facoltà di procedere al cambio della sede sociale.

Art.7 L’Assemblea dei Promotori è convocata dai Portavoce a mezzo lettera raccomandata o altro metodo quale e-mail o via fax o pubblicazione sul sito del Comitato, contenente il luogo (incluso i dati di collegamento nel caso di riunione da remoto), l’ordine del giorno, da spedirsi all’indirizzo risultante e da pubblicarsi sul sito almeno 24 ore prima della data fissata per il suo svolgimento. L’Assemblea è comunque valida quando siano presenti tutti i Promotori.

L’Assemblea dei Promotori deve essere convocata almeno una volta l’anno per l’approvazione del bilancio o in via straordinaria quando ne facciano richiesta almeno un terzo dei Promotori o il Collegio dei Revisori.
L’Assemblea dei Promotori, purché regolarmente convocata, è comunque costituita qualunque sia il numero dei soci intervenuti di persona o per delega (con il massimo di una delega per Socio) oppure tramite streaming o altri sistemi analogici o digitali qualora attivati.
Per ogni gruppo Promotore, all’Assemblea dei Promotori potranno prendere parte due persone, ciascuna avente diritto ad un voto che sarà esercitato o direttamente o mediante delega oppure mediante espressione via streaming qualora attivato.

Art.8. Salvo quando disposto nell’Atto Costitutivo, l’Assemblea dei Promotori, previa iscrizione all’ordine del giorno e con una maggioranza di 4 / 5 dei suoi componenti purché non meno di otto, può cooptare quali Soci Promotori gruppi, associazioni, movimenti che siano retti da uno statuto democratico e che abbiano formalmente deliberato di impegnarsi nel pieno appoggio dello scopo sociale del Comitato VIA LE MANI DALL’INOPTATO indicato all’art.2 del presente Statuto. Può anche cooptare cittadini italiani che dichiarino per scritto di condividere lo scopo sociale del Comitato.

Art.9. I Portavoce hanno i più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria delle attività di VIA MANI dall’ INOPTATO al fine di realizzare lo scopo sociale, nel rispetto degli indirizzi decisi dall’Assemblea dei Promotori, sono titolari della rappresentanza di VIA LE MANI DALL’INOPTATO, (che possono esercitare anche tramite persona da loro delegata), attribuiscono e revocano singoli incarichi ad uno o più tra loro per l’attività interna e di rappresentanza esterna, compreso quelli di rappresentanza legale del Comitato, per il ruolo di Tesoreiere (che in quanto tale potrà effettuare ogni e qualsiasi operazione bancaria, anche a debito a nome e per conto del Comitato) , gli adempimenti di propaganda sui mezzi in sede nazionale o locale e quello per la costituzione in giudizio, redigono il progetto di bilancio e dei rendiconti da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea dei Promotori, deliberano in via preventiva sulla ammissione di altri Promotori, provvedono alla convocazione dell’Assemblea dei Promotori, hanno facoltà di stabilire se sul sito del Comitato in rete possano installrsi pagine sulle quali possano dichiarare di aderire al Manifesto del Comitato singoli cittadini italiani titolari in Italia di diritto di voto.

Art.10 Dopo la prima nomina effettuata nell’atto costitutivo, i Portavoce sono eletti dall’Assemblea dei Promotori, quando essa lo ritenga opportuno e previa determinazione del numero dei suoi componenti.

Art.11 Il Comitato VIA LE MANI DALL’INOPTATO raccoglie i fondi necessari alla realizzazione dei suoi scopi mediante la contribuzione dei Soci, le liberalità, anche testamentarie, a suo favore, le contribuzioni di persone o enti, i ricavi delle iniziative realizzate, gli avanzi di gestione di attività commerciali eventualmente svolte, i rimborsi e i contributi elettorali, ogni altro provento.

Art.12 L’Assemblea dei Soci Promotori, previa iscrizione all’ordine del giorno e con una maggioranza di 4 / 5 dei suoi componenti, può deliberare l’esclusione di quei Promotori che a suo insindacabile giudizio risultassero non essere più in possesso dei requisiti per essere Soci o per aver contravvenuto alle norme del presente statuto o per altri motivi che comportino indegnità. Il Socio Promotore che sia stato escluso non può vantare alcun diritto anche pregresso sulle attività o sul patrimonio del Comitato VIA LE MANI DALL’INOPTATO .

Art.13 Il Comitato VIA LE MANI DALL’INOPTATO avrà durata fino al raggiungimento dello scopo sociale e si scioglierà sessanta giorni dopo il suo verificarsi . Potrà, tuttavia, per motivi condivisi all’unanimità dai soci promotori, sciogliersi anticipatamente oppure prorogarsi per altro scopo

Art.14. L’Assemblea dei SociPromotori, previa iscrizione all’odine del giorno e con il voto favorevole di 4/5 del totale dei suoi componenti, potrà apportare modifiche ad ogni parte del presente Statuto eccetto che all’art.2, comma 1, che non è assoggettabile a revisione.

Art.15. Per quanto non previsto nel presente Statuto si fa riferimento alle disposizioni del Codice Civile in genere e del Codice di Procedura Civile sull’arbitrato; per le norme di procedura e di votazione si fa riferimento al regolamento del Senato della Repubblica in quanto applicabile.

COPIA SCANNERIZZATA

https://www.vialemanidallinoptato.it/wp-content/uploads/2021/04/At.Costit.1-2.pdf